Il futuro è nelle nostre mani

Guardo sempre avanti per anticipare i bisogni della mia comunità: un lavoro costante di ascolto e pianificazione per dare risposte a tutte le realtà coinvolte.

Ciò che non ci si aspetta da un percorso istituzionale locale è che davvero si possa diventare un punto di riferimento per tantissime persone, non solo o non tanto sui grandi temi, ma sui piccoli problemi quotidiani, sui dubbi legati alla complessa burocrazia italiana, sulle controversie frutto della convivenza.

Quello che mi sono sentito dire più spesso premia il mio desiderio di contatto: “Tu sei diverso, qui i politici non si fanno mai vedere”.

Ho notato inizialmente un clima di disfattismo e disillusione generale: mi avvisavano che quella o quell’altra cosa non sarei riuscito a farla.

Invece, ho ben chiaro adesso che non esistono limiti, non esistono punti irraggiungibili, non esistono muri… esiste soltanto un approccio che porta grandissimi risultati: consumare le suole le suole delle scarpe.

Raccolte fondi:
tutti i numeri

Sono impegnato attivamente a reperire i finanziamenti necessari per progetti utili alla collettività o per iniziative che mi stanno particolarmetne a cuore.

Attività in sviluppo

Le proposte in cantiere sono moltissime: ne raccolgo qui alcune perché mi piace guardare avanti, ai prossimi passi, perché è lo slancio verso il futuro che mi dà la spinta per affrontare con impegno quella che considero una missione.

Migliorare la legge sul Diritto d'autore

La cosiddetta Direttiva Barnier del 2015 ha introdotto a livello europeo un sistema di liberalizzazioni che avrebbero dovuto avere ripercussioni su una serie di settori, fra cui quello del Diritto d’autore.

In Italia, però, non si è andati a definire i perimetri dell’attività SIAE e dei sopravvenuti soggetti di esclusivo diritto privato, nel campo delle gestione dei diritti d’autore, generando un regime improprio di concorrenza.

Semplifichiamo al massimo: questo ha generato per quasi 10 anni inefficienze e rincari a carico degli autori e degli utilizzatori finali, gli utenti… noi!

Si può fare qualcosa? Si può sempre fare qualcosa!

ReinventingCitiesC40

Sono co-organizzatore di questo evento che si propone di condividere col mondo civico e politico questo progetto che coinvolge circa 100 grandi città nel mondo impegnate contro il cambiamento climatico.  

“Reinventing Cities” è una competizione internazionale organizzata dal C40 Cities Climate Leadership Group con il sostegno di Climate KIC, la principale agenzia  europea per l’innovazione climatica.

Le città partecipanti individuano aree pubbliche in disuso o poco sfruttate che sono pronte per essere valorizzate. 

Comunità slowCIT(y) Turin

Questo progetto nasce a fine 2023 con l’ambizione di diventare un presidio di sostenibilità cittadino. 

Si tratta di un gruppo di persone che promuove e sostiene iniziative e pratiche responsabili volte al miglioramento del benessere della collettività contribuendo, all’interno del contesto urbano, alla diffusione di nuove pratiche alimentari di salubrità del cibo, di consumo consapevole e stili di vita responsabili per promuovere la sostenibilità ambientale ed-energetica.

Guardiamo alle nuove generazioni, per le quali intendiamo creare nuove iniziative di formazione, educazione e socializzazione.

Hai un'idea?

Non vedo l’ora di leggere le tue proposte su temi, eventi e iniziative che siano utili al territorio, alle persone, alla vita reale.